Curiosità Tecniche

L’infrastruttura adibita ad attività itti-turistica e ricettiva ha richiesto l’esecuzione di molte opere civili ed edili, talvolta anche inusuali per opere del genere, attentamente pianificate e realizzate nel corso degli otto mesi circa che ne hanno richiesto il completamento.

La particolare dislocazione della struttura, su specchio acqueo lagunare, ma in prossimità dello sfocio a mare del Po di Levante, ha richiesto l’approntamento di una palificata di fondazione costituita da n° 62 pali cilindrici prefabbricati in calcestruzzo armato di lunghezza variabile in funzione della profondità.

Sull’impalcato sono stati realizzati muretti lignei di appoggio della struttura portante dell’edificio, interamente realizzato con elementi strutturali in legno, dalle pareti portanti, ai pilastri e travate, prefabbricati in stabilimento ed assemblati in loco nel pieno rispetto della tradizione delle tipiche “cavane” dei pescatori del Delta del Po.

In cantiere l’edificio è stato poi completato con la realizzazione degli impianti, dei massetti, pavimentazioni, rasature e finiture proprie dell’edilizia tradizionale, fino alla copertura, sui cui è installato un impianto fotovoltaico sul lato nord-est.

Le ampie luci di copertura che caratterizzano il terrazzo dell’ittiturismo in affaccio sulla laguna daranno la possibilità di godere della luce del sole dall’alba al tramonto.

La filosofia adottata, infatti, è proprio quella di poter al massimo rispettare l’ambiente e rendere compatibile l’attività di Ittiturismo valorizzando ogni bene messo a disposizione da Madre Natura, quindi anche per la produzione di energia elettrica… seppur non totalmente.

L’infrastruttura è stata completata con la passerella di accesso dalla configurazione tipicamente marinara e con struttura leggera in acciaio inox.
Inoltre una scaletta metallica e relativo elemento di transizione fino a pelo acqua farà da collegamento al pontile galleggiante a servizio del turista proveniente via acqua.

Infine è stato realizzato e posto il Bilancione da pesca, un’ importante e tipologicamente innovativa struttura in acciaio zincato, sempre costruita nel pieno rispetto delle disposizione europee anche in materia di reti da pesca.

Gli ambienti terrazzati esterni sono stati interamente perimetrati con parapetto anch’esso a struttura lignea e calpestio in doghe, secondo tradizione locale. Non meno impegnativa è stata la realizzazione della parte impiantistica dell’infrastruttura per il convogliamento degli scarichi a terra.

Nel complesso, inoltre, l’intervento ha previsto la riqualificazione e la sistemazione generale dell’area, realizzazione dei parcheggi, piazzola ecologica, rifacimento pavimentazione stradale con speciale “asfalto ecologico” di color senape.
Le aree verdi sono state perimetrate con cordonata in materiale plastico riciclato effetto legno e piantumate con decine di piante officinali e erbe aromatiche e tutti gli alberi già presenti sono stati potati e curati per una migliore valorizzazione della flora già esistente. È stato anche predisposto un impianto di irrigazione autonomo.